Progetto di prevenzione e potenziamento per le difficoltà di apprendimento dei ragazzi.

Scuola Secondaria di primo grado- screening Dsa e formazione per gli insegnanti sul metodo di studio
Con questo progetto rivolto alla scuole secondarie di primo grado Anagramma ha voluto proporre un intervento del tutto integrato alla proposta del corpo docenti, al fine di sostenere la scuola stessa nella possibilità di entrare in contatto con le modalità di apprendimento più sintoniche per ogni alunno preadolescente iscritto.

La finalità del progetto è stata quella di sostenere il percorso di studi dei ragazzi e il loro successo scolastico, lavorando sulla motivazione alla riuscita.

Per operare su questo obiettivo gli specialisti di Anagramma hanno proposto uno screening delle abilità di letto-scrittura e matematiche all’ingresso del primo anno, momento critico della vita scolastica degli alunni in generale e DSA in particolare per l’aumento del carico di studio sia a casa che a scuola. In secondo luogo sono stati proposti agli insegnanti delle diverse scuole in cui il progetto si è svolto dei percorsi formativi specifici, bilanciati sulle esigenze di ogni singola realtà e co-costruiti con i dirigenti delle scuole.

Tra quelli proposti, di particolare successo sono stati:

  • La formazione ad una metodologia di insegnamento più consapevole del processo di apprendimento dei ragazzi e quindi capace di proporre strategie di insegnamento e verifica (anche informatiche) sintoniche ai ragazzi (anche DSA e BES), al loro linguaggio e alla loro mappa mentale.
  • La formazione sulle strategie per una didattica inclusiva, capace di leggere, comprendere e far fronte alla differenti caratteristiche degli alunni presenti in classe (con diverse diagnosi), al fine di rafforzare un lavoro integrato tra equipe didattica, equipe clinica e famiglia.
  • La formazione sugli “Strumenti d’intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica”, con particolare riferimento alla plusdotazione, al fine di mettere in atto provvedimenti didattici, abilitativi e di supporto che possono modificare notevolmente il percorso scolastico e il destino personale di tali alunni.