Sboccia una nuova connessione: come aiutare i propri figli in questo periodo di “perdite”.

La primavera per gli studenti spesso sta ad indicare l’anticipazione di eventi importanti sia per i bambini più piccolo sia per gli adolescenti. In questo clima  di distanziamento sociale, per i bambini e i ragazzi questa primavera significa frustrazione per la perdita di traguardi ed esperienze che segnano la fine dell’anno scolastico. 

L’isolamento può influenzare diversamente i bambini a seconda della loro età e dell’impatto degli eventi che hanno dovuto mettere in pausa. Mentre ai bambini più piccoli potrebbero mancare i loro insegnanti e amici, i ragazzi più grandi potrebbero sentire che stanno perdendo di più: feste, ultimi giorni di scuola, stagioni sportive, gite ed altro. 

Non poter fare esperienze di momenti importanti come questi ci porta a chiederci: quali effetti possono avere la perdita di questi eventi nella vita di bambini e adolescenti ? 

Questa domanda non ha realmente una risposta, o meglio, non ancora. Questa situazione è senza precedenti e non esistono ancora ricerche scientifiche a riguardo. Ma solo perchè la scienza non può misurare tale effetto, non vuol dire che la perdita di questi momenti non abbia effetti su chi ne fa esperienza. 

Sarebbe quindi un errore ignorare il dolore causato dalla perdita di questi eventi, non fondamentali, ma comunque significativi per la vita di bambini e ragazzi. Perdere questo tipo di esperienze, che possono essere definite uniche, può avere un impatto psicologico negativo. Secondo Jeffrey Arnett, professore di psicologia alla Clark University, è difficile valutare quanto o se l’effetto di tale esperienze durerà nel tempo. Potrebbe passare molto tempo prima che i ricercatori quantifichino la perdita di esperienze uniche nella vita di bambini e adolescenti causata da questa crisi. Tuttavia, potrebbero esserci modi per trasformare questa pandemia in un’opportunità per creare ricordi significativi che possano ammorbidire il colpo di quei traguardi mancati. 

In questo momento i ragazzi hanno bisogno di un supporto extra per gestire i loro sentimenti e trovare modi alternativi per connettersi con i loro amici e la comunità scolastica.

Con così tante sfaccettature della loro vita capovolte, come possono i genitori gestire le delusioni che inevitabilmente sorgono?

Ecco alcuni consigli per aiutare i vostri figli in questo periodo difficile:

Incoraggia la comunicazione aperta

In questo periodo stiamo tutti facendo esperienza della sensazione di perdita e di interruzione delle routine; questo è un tempo di grande incertezza quindi è importante parlare con i vostri figli. Uno dei modi migliori per sostenere tuo figlio è semplicemente chiedere come sta e ascoltare. In base all’età potrebbero aver bisogno di diversi livelli di attenzione. Durante queste conversazioni, fai uno sforzo per incoraggiare l’ascolto attivo e l’apertura. Potresti essere ansioso di parlare con tuo figlio e dargli una soluzione su ciò che sta vivendo; dagli spazio per elaborare i propri sentimenti al proprio ritmo. Gli adolescenti potrebbero non voler parlare in un momento che a te può sembrare adatto. Allo stesso tempo, è importante che siate presenti quando saranno pronti loro a parlare. 

Dai a tuo figlio il permesso di soffrire

Per molti bambini e adolescenti la parte più dolorosa della pandemia sta nel fatto che saranno costretti a perdere esperienze e momenti per loro molto importanti. Dai a tuo figlio lo spazio per condividere i suoi sentimenti e ascoltalo senza giudizio e senza rassicurazione; cerca di riconoscere il vero stress a cui può essere sottoposto. In un momento in cui molte persone si trovano ad affrontare diversi tipi di problemi di salute, tu o tuo figlio potreste sentirvi sciocchi o persino colpevoli di essere arrabbiati e tristi per aver perso un evento. Il dolore non è riservato solo alla perdita di una persona cara, ma si applica alla perdita di qualcosa di importante. Bisogna cercare quindi di essere empatici con ciò che i bambini ed i ragazzi stanno vivendo. Hanno aspettato anni per alcuni di questi eventi e sarebbe giusto considerarli come una vera e propria perdita per loro. Concedi a tuo figlio il tempo di essere triste o arrabbiati per i momenti persi, siano questi feste, eventi scolastici o sportivi. Fagli sapere che va bene ed è normale essere arrabbiati; evita di fare previsioni o riprogrammare immediatamente i piani per evitare ulteriori delusioni. Allo stesso tempo, sii consapevole che alcuni adolescenti, come ad esempio i più introversi o ansiosi, potrebbero non essere interessati da questi cambiamenti. 

 Costruisci resilienza 

Gli adolescenti sono resilienti e possono basarsi su esperienze avverse passate per affrontare questa situazione. Gli eventi persi a causa del COVID possono costruire resilienza e rafforzare la loro capacità di affrontare sfide future.  Costruire resilienza potrebbe non essere semplice in questo periodo, ma può sicuramente aiutarci ad andare avanti in questo momento di avversità.  Molti bambini  stanno mostrando una maggiore capacità di essere resilienti a questi cambiamenti, sono flessibili e resistono all’urto di questa tragedia con grandi capacità di adattamento, aiutati da adulti di riferimento che  li sostengono nella programmazione ed organizzazione delle routine. È di fondamentale importanza, in questo momento, rassicurarli e allo stesso tempo tenerli informati con notizie che siano per loro comprensibili. 

 

Promuovi la connessione sociale

Incoraggia tuo figlio a rimanere in contatto con i pari usando i mezzi disponibili (videochiamate e messaggi). I ragazzi potrebbero trovare utile parlare con un amico o una persona a loro vicina per aiutarli a gestire ed affrontare i propri sentimenti. Cercare di mantenere una connessione sociale può ridurre i sentimenti di stress e isolamento. È molto importante mantenere i vostri figli connessi, perché può aiutare sapere che non sei l’unico a sentirsi turbato. Mentre per i più piccoli, i bisogni relazionali possono essere soddisfatti almeno temporaneamente dagli adulti di riferimento, per gli adolescenti, che stabiliscono relazioni più complesse con i coetanei, la deprivazione sociale può avere effetti a lungo termine sulla salute psicologica. L’adolescenza, oltre ai cambiamenti biologici e ormonali della pubertà, può essere considerata un periodo sensibile per lo sviluppo sociale, parzialmente dipendente dalla maturazione di quelle aree cerebrali implicate nella percezione e cognizione sociale.

Celebra i traguardi 

Puoi ancora essere onorato e lodare i risultati e i traguardi di tuo figlio. Mentre molti eventi e attività che aspettava da tempo, non potrannno essere celebrati o recuperati, trovare modi diversi di onorare i loro risultati può aiutarli molto ad affrontare questo periodo. 

Naturalmente, quando tuo figlio sente che feste, viaggi e altri eventi importanti vengono cancellati, è probabile che siano un po’ depressi e/o turbati. E questo è normale, fa parte del processo di lutto. Ma se l’angoscia dura più a lungo di quanto si pensi, cerca un aiuto professionale. Dopo un periodo di dolore, di solito segue l’accettazione. Se l’accettazione non arriva, potrebbe essere perché al tuo adolescente mancano le capacità di coping essenziali per affrontare lo stress o altre delusioni.

Questi pochi consigli ti potranno aiutare a sfruttare il tempo a disposizione per cercare una nuova connessione con tuo figlio e tratte maggiori benefici da questa nuova sintonia. 

Per Anagramma Psicologi

Dott. Tersigni Matteo

Dott.ssa Cristiana Di Pede